Home | Biglietteria | Contatti | Newsletter
Comune di Lucca Teatro del Giglio - Home page
 
Uff. Stampa Cartellone Teatro San Girolamo Teatro del Giglio
Progetti per le scuole Biblioteca LTL Opera Studio Osservatorio Operatori
 

Elio Boncompagni


Studia violino e composizione al Conservatorio «Luigi Cherubini» di Firenze. Diplomatosi in composizione, segue i corsi di direzione d'orchestra di Franco Ferrara; vincitore del primo premio al Concorso internazionale di Milano e del premio speciale al Concorso della Radio di Hilversum, diviene assistente di Tullio Serafin. Giovanissimo, incide per la RCA due concerti di Viotti e Paganini con Salvatore Accardo.

Per quattro anni è Direttore musicale all'Opera di Bruxelles, dove dirige anche il repertorio tedesco e concerti sinfonici, oltre ad effettuare tournées al Festival di Vienna ed al Théâtre des Champs-Elysées a Parigi. È il primo direttore a presentare la versione di Don Carlos in francese con i cinque inserti eliminati dal compositore nel 1867 e ritrovati nel in francese con i cinque inserti eliminati dal compositore nel 1867 e ritrovati nel secolo scorso. Direttore stabile per il repertorio italiano all'Opera Reale di Stoccolma, con la quale è in tournée alla Deutsche Staatsoper di Berlino, per quattro anni è Direttore artistico e stabile del Teatro San Carlo di Napoli dove dirige anche una nuova produzione del Ring wagneriano. Durante questo periodo tornano nel teatro partenopeo Riccardo Muti e Claudio Abbado, debuttano Mistislav Rostropovich, Krzysztof Penderecki con il suo Te Deum per Papa Woityla in prima mondiale e cantanti come Leo Nucci ed Eva Marton. Attivo a Vienna per quattordici anni sia alla Volksoper che alla Staatsoper, è invitato da tutte le orchestre della capitale austriaca, al Musikverein ed alla Konzerthaus. Si esibisce in importanti teatri come la Deutsche Staatsoper e la Deutsche Oper di Berlino, la Bayerische Staatsoper, la Staatsoper di Amburgo e l'Opéra di Parigi. Per cinque anni, direttore alla Wiener Staatsoper per il repertorio italiano.

Dal '96 al 2002 è Generalmusikdirektor ad Aquisgrana: Direttore artistico dell'Orchestra Sinfonica di Aquisgrana, con la quale dirige sessanta concerti, e Direttore musicale del Teatro dell'Opera, dove firma diciotto nuove produzioni anche di titoli wagneriani e straussiani. In campo sinfonico dirige concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti, nell'America  del Sud e in Australia con orchestre quali i Wiener Symphoniker, la London Symphony, la Royal Philharmonic Orchestra, la Dresdner Philharmonie, l'Orchestre Symphonique de Montreal, collaborando con illustri solisti: Salvatore Accardo, Isaac Stern, Eugen Istomin, Claudio Arrau, Maurizio Pollini, Jean-Pierre Rampal, Pierre Fournier, Michaela Ursuleasa, Frank Peter Zimmermann, Misha Maisky. Si dedica anche all'insegnamento tenendo corsi per giovani direttori ai Conservatori di Pesaro e Perugia e seminari al Conservatorio Reale di Bruxelles e all'Indiana University di Bloomington.

Registra in cd Anna Bolena, Maria di Rohan e un «Donizetti portrait» con Edita Gruberova. Ricostruisce la seconda versione viennese di Don Sebastiano di Donizetti, proponendola prima in forma di concerto nel '96 a Stoccarda e quindi in versione scenica sia ad Aquisgrana, dove l'opera viene registrata in cd, che a Bilbao. Sempre ad Aquisgrana presenta Maria di Rohan nella sua ricostruzione della versione viennese. Recentemente dirige con grande successo al Teatro del Maggio, in prima esecuzione a Firenze, La leggenda di Santa Elisabetta di Liszt. Elio Boncompagni ha acquisito una grande esperienza nel campo sinfonico per aver collaborato con più di 120 orchestre, realizzato stagioni sinfoniche con diverse orchestre e collaborato con solisti di fama mondiale. Negli anni 2000, GMD ad Aachen, ebbe un premio della stampa tedesca per il miglior programma di stagione sinfonica in Germania. Consulente artistico al Teatro del Giglio di Lucca per la produzione di Manon.

Comune di Lucca Teatro del Giglio - Home